Dead Links

Don’t worry, this blog isn’t going to remain silent.  Actually most of the time I just forget to post my articles from Global Voices here…so really it is airheadedness on my part.

There are alot of the links on this site which unfortunately lead to inactive blog sites.  In the next few weeks, I am going to clean them up and place them in active and inactive categories…I don’t want to junk the links entirely because I feel that it is important to keep the record of thought alive.

Advertisements

7 responses to “Dead Links

  1. another one that writes about kurdistan to add to your list

    http://zaneti.blogspot.com/

  2. I run a site about Saddam Hussein’s treatment of the Kurds and use of his regime for terrorism. I wanted to contact you for a possible interview if you are interested for http://www.regimeofterror.com.

    Please contact me at my site in the contact box if you are interested.

    Mark

  3. KURDISTAN: SOLIDARIETA’ PER IL POPOLO CURDO

    Cosa pensi della situazione in Kurdistan?

    Il fatto che tu parli di Kurdistan e non di Turchia è interessante.

    In questo momento i curdi sono sotto attacco sia dall’Iraq che dalla Turchia. Tanto per cambiare, tra l’incudine e il martello. 100 mila soldati iraqueni da una parte e 100 mila soldati turchi dall’altra che forse stanno già massacrando le popolazioni civili curde compiendo un massacro senza precedenti.

    Non si hanno informazioni precise, forse si contano già migliaia di vittime, forse decine di migliaia di vittime dopo pochi giorni dall’inizio degli scontri. I piani del Nuovo Ordine Mondiale prevedono l’eliminazione dei popoli tribali.

    Usano la tecnica di eliminare un popolo tribale per volta, cioè che con la propaganda si marchia di infamia un popolo che diventa “quel popolo di stronzi”, quel “covo di terroristi”.

    Gli altri popoli vengono tranquillizzati con la menzogna “voi non siete come loro, non preoccupatevi, non si tratta di pulizia etnica, ma di stronzi, una normale operazione di polizia contro alcuni terroristi”.

    In questo modo l’opinione pubblica non mette sul piatto l’attacco contemporaneo a mille popoli tribali, e non si formano coalizioni tra popoli tribali e nessuno interviene in solidarietà del popolo attaccato.

    Ma ricordatevi, quello che fanno agli altri alla prima occasione lo faranno anche a voi.

    Uno per volta hanno già eliminato per sempre oltre 200 etnie e ne hanno indebolite migliaia, come quelle italiane, tant’è che come sapete non si parla più il dialetto, e quasi neanche si parla più l’italiano.

    L’italiano è un passaggio verso la lingua ufficiale europea, dai dialetti, verso l’italiano, verso l’europeo.

    In questo momento la scusa dell’attacco al Kurdistan sono i giacimenti di petrolio, ma come sapete anche in Kurdistan 100 kg di foglie equivalgono a 50 kg di petrolio.

    Non serve distruggere tutto per mettere dei pozzi di petrolio, ma sfruttare razionalmente le coltivazioni razionali e le riserve estrattive di biomassa.

    Lo scopo quindi dell’aggressione ai curdi è di trarre piacere dalle sofferenze di questa povera gente, non c’è nessun interesse economico, nessun interesse energetico.

    Con la dinamite si può ottenere energia a prezzo mille volte inferiore del petrolio.

    Con i motori magnetici e il motore di Schietti si può ottenere energia senza consumare carburanti.

    Il petrolio non è il motivo, i soldi non sono il motivo dell’invasione del Kurdistan, perchè i padroni del mondo li stampano, il motivo sono il sadomasochismo e la selezione razziale.

    Poi però non chiedetemi niente sui particolari delle operazioni in Kurdistan perchè la propaganda distorce le informazioni, e anche fra i curdi molti, stupidamente, puntano al confronto armato basato sulla forza e non sull’intelligenza. Sicuramente ci saranno anche infiltrati.

    I curdi hanno già fatto vedere che sanno reagire e quindi se gli capiterà in mano una bomba atomica non vorrei essere nei paraggi di Ankara. Però se avete capito che lo scopo della guerra è anche quello di ridurre la popolazione, potrebbe essere un favore ai nemici dell’umanità.

    La vendetta è un piatto che va gustato freddo.

    100-milioni-di-tonnellate.blogspot.com/2007/12/solidarieta-per-il-popolo-curdo.html

  4. Here’s a new Kurdish Writers collaboration to look out for:

    http://www.kurdishwriters.com

  5. Somehow i missed the point. Probably lost in translation 🙂 Anyway … nice blog to visit.

    cheers, Padang!!!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s